Esercizi Spirituali


Ogni anno i seminaristi del Pontificio Seminario Teologico Regionale San Pio X di Catanzaro svolgono gli esercizi spirituali in vista del nuovo anno che andrà a cominciare. Quest’anno gli esercizi spirituali sono stati vissuti dal 19 al 23 di settembre presso l’Eremo della Santa Croce a Scandale (Kr): un luogo isolato e immerso nella natura per poter concentrarsi e ascoltare meglio la voce dello Spirito. A predicare gli esercizi è stato don Giovanni Maurello, sacerdote della diocesi di Cassano allo Jonio, che ha scelto come tema “Consegnandosi volontariamente alla sua passione” (espressione tratta dalla preghiera Eucaristica II) e che ha parlato, quindi, del sacerdote come un uomo che deve spendersi, sacrificarsi appunto per gli altri. In ogni meditazione era presente un brano biblico che il predicatore ha spiegato aiutando ad interiorizzare per la propria crescita personale e spirituale. Inoltre, don Giovanni era disponibile per un incontro personale diretto per chi voleva andare a parlare e confrontarsi con lui. Ogni meditazione è stata iniziata sempre con una preghiera o con un canto di invocazione allo Spirito Santo. Oltre ai vari passi biblici c’erano anche delle domande di riflessione che il predicatore dava ai seminaristi, accompagnandole anche con tre frasi sempre legate al sacerdozio: la prima frase era un pensiero di Paolo VI, la seconda un pensiero di Giovanni Paolo I, la terza invece ogni volta era diversa prendendo sempre un pensiero di qualche sacerdote con annessa bibliografia per chi voleva approfondire tutti questi argomenti. Ogni giorno ci sono state sempre due meditazioni.

Nella prima meditazione del 19 il predicatore ha commentato il passo biblico dei discepoli di Emmaus in particolare Lc 4, 16-20; nella seconda invece ha preso in esame il brano di Gv 21, 1-19 invitando a riflettere sul senso della propria vocazione. Giorno 20 per la prima meditazione ha scelto il brano sull’epilettico indemoniato di Mc 9, 14-29, mentre nella seconda quello della ministerialità della Chiesa e dei diversi carismi di 1 Cor, 12, 4-27. Gorno 21 alla prima meditazione ha offerto alla riflessione alcuni brani della lettera agli Ebrei quali: Eb 5, 1-10; 7, 26-28; 8, 1-2 (tutti brani strettamente collegati al sacerdozio); nella meditazione del pomeriggio ha preso in esame il brano del battesimo di Gesù, della prima chiamata degli apostoli e dei primi miracoli in Mc 1, 9-39. Giorno 22 c’è stata solamente una meditazione al mattino col brano della moltiplicazione dei pani e dei pesci di Mc 6, 30-46, in quanto il predicatore ha voluto fare una giornata più intensa visto che era l’ultima ovvero una giornata di deserto.

Il deserto è cominciato subito dopo la prima meditazione: ognuno, completamente in disparte o in un luogo solitario o nella propria camera, ha avuto la possibilità di ritirarsi per fare sintesi di tutti questi giorni. La sera alle 21 vi è stato un momento particolare di adorazione: davanti al Santissimo Sacramento esposto ognuno liberamente ha potuto condividere una breve riflessione di tutto ciò che si era vissuto per tutto il tempo degli esercizi. Alle 22, quando è finito questo momento di preghiera e condivisione, è cominciata l’adorazione eucaristica notturna, dove a turno volontariamente ognuno è stato davanti al Signore fino alla celebrazione delle lodi. Giorno 23 l’ultima meditazione è stata incentrata sulla predicazione di Paolo nelle varie regioni dell’Asia minore descritta in At 16, 1-10. Infine alle 12 è stata celebrata la messa in conclusione degli esercizi spirituali.

Ringraziando don Giovanni per la disponibilità e per le parole edificanti di questi giorni e per commemorare questo momento, alla fine della messa tutto il seminario ha scattato una foto insieme a don Giovanni. Dopo il pranzo ciascuno è ritornato nelle proprie parrocchie di appartenenza più forte, più carico e più edificato da questa bellissima esperienza, pronto per affrontare nuovamente e con un maggior spirito di servizio l’anno di Seminario che si è aperto giorno 28 per rimanere ancora una volta alla sequela di Gesù per servire al meglio lui e la sua Chiesa.

266 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti