Seminario Regionale S. Pio X - Catanzaro
Benvenuto sul nostro sito
I nostri seminaristi

Attualmente il nostro seminario ospita 66 seminaristi provenienti dalle diocesi di Cassano all’Jonio, Catanzaro-Squillace, Crotone-Santa Severina, Lamezia Terme, Locri-Gerace, Mileto-Nicotera-Tropea, Oppido Mamertina-Palmi, Rossano-Cariati, San Marco Argentano-Scalea. La comunità del propedeutico è formata, invece, da 13 giovani che hanno iniziato il cammino di discernimento vocazionale.

LA FORMAZIONE DEL SEMINARIO

Il percorso di formazione, strutturato per tappe secondo il modello proposto dalla nuova Ratio Fundamentalis Institutionis Sacerdotalis del 2016, prepara il seminarista alla vita presbiterale attraverso un paziente e rigoroso lavoro sulla persona al fine di formare in lui un cuore sacerdotale (Ratio, 55).

Durante la prima tappa definita propedeutica, il seminarista si impegna a porre solide basi alla vita spirituale per favorire una maggiore conoscenza di sé e operare quel primo discernimento vocazionale necessario per continuare il cammino verso il sacerdozio. Attivo è il coinvolgimento nella vita sacramentale, nella preghiera, nella lettura orante della Parola di Dio, nella conoscenza della dottrina cristiana e nell’approfondimento della formazione culturale (Ratio, 59).

Il tempo specifico della seconda tappa chiamata discepolare è caratterizzato dalla speciale attenzione riservata alla dimensione umana e ha il compito di aiutare il seminarista a maturare la decisione definitiva di seguire il Signore nel sacerdozio ministeriale e nell’accoglienza dei consigli evangelici. Il seminarista, al termine della tappa discepolare, può formulare la richiesta di essere ammesso tra i candidati all'Ordine Sacro, quando risulta che il suo proposito, sostenuto dalle doti richieste, abbia raggiunto una sufficiente maturazione (Ratio, 62-67).

La tappa degli studi teologici, o configuratrice, è finalizzata in modo particolare alla formazione spirituale propria del seminarstia attraverso l’apprendimento della capacità del dono di sé, l’acquisizione delle virtù cardinali e teologali e una graduale rilettura della propria storia personale, per verificare la maturazione in lui della carità pastorale che anima, forma e motiva la vita del presbitero Nel corso di questa tappa, secondo la maturazione di ogni singolo candidato e in base all’opportunità formativa, vengono conferiti ai seminaristi i ministeri del lettorato e dell’accolitato, affinché possano disporsi meglio ai futuri servizi della Parola e dell’Altare (Ratio, 69-72).

La tappa pastorale (o di sintesi vocazionale) è compresa nel periodo tra il soggiorno in Seminario e la successiva ordinazione presbiterale, passando ovviamente attraverso il conferimento del diaconato. La finalità di questa tappa è duplice: da una parte, si tratta di essere inseriti nella vita pastorale, con una graduale assunzione di responsabilità, in spirito di servizio; dall’altra di adoperarsi per una adeguata preparazione, ricevendo uno specifico accompagnamento in vista del presbiterato (Ratio, 74).

Primo Anno

PRIMO ANNO

Alampi Domenico (Oppido)
Brogno Francesco Paolo (S. Marco)
Di Lorenzo Roberto (Cassano)
Marsetti Fortunato (Oppido)
Maruca Nello (Catanzaro)
Scalamandrè Igor (Oppido)
Scavo Giuseppe (Catanzaro)
Primo Anno

SECONDO ANNO

Arabia Leopoldo (Crotone)
Caruso Vitaliano (Catanzaro)
Catanese Riccardo (Catanzaro)
Chiera Domenico (Catanzaro)
Chindamo Salvatore (Mileto)
Corrado Mansueto (Cassano)
Dato Daniele (Oppido)
Fazio Marco (Rossano)
Massara Giovanni (Oppido)
Muriniti Vito (Catanzaro)
Napoli Antonino (Oppido)
Pitrelli Luca (Cassano)
Rizzo Matteo (Mileto)
Primo Anno

TERZO ANNO

Annetta Francesco (Mileto)
Carè Mirko (Catanzaro)
Condello Vincenzo (Oppido)
D’Agostino Vittorio Pio (Cassano)
Giovazzino Gennaro (Cassano)
Lafranconi Stefano (Catanzaro)
Lamanna Antonio (Catanzaro)
Mussari Saverio (Catanzaro)
Pandolfi Domenico Maria (S. Marco)
Riccelli Santo Antonio (Crotone)
Russo Gianluca (Catanzaro)
Sorridente Domenico (Oppido)
Zappone Vincenzo (Mileto)
Quarto Anno

QUARTO ANNO

Baglio Alessandro (Lamezia Terme)
Benvenuto Francesco (Lamezia Terme)
Buccafurri Francesco (Catanzaro)
Calipa Tommaso (Oppido)
Cardace Francesco Antonio (Crotone)
Castelluzzo Francesco Maria (S. Marco A.)
Moschella Davide (Mileto)
Pilieci Francesco Pasquale (Catanzaro)
Pullano Carmine (Catanzaro)
Rigoli Giovanni (Oppido)
Vallone Giuseppe (Mileto)
Varano Salvatore (Catanzaro)
Quinto Anno

QUINTO ANNO

Castiglione Tommaso (Crotone)
Condello Francesco (Mileto)
Gallace Brunello (Catanzaro)
Gallelli Amedeo (Catanzaro)
Mangano Giuseppe (Oppido)
Menniti Saverio (Catanzaro)
Mion Christian (Lamezia Terme)
Nano Vincenzo (Mileto)
Peduto Antonio (Locri)
Piro Carlo Alberto (Mileto)
Prestia Valerio (Crotone)
Rivera Sanchez Julio Cesar (Catanzaro)
Rizzuto Bruno (Mileto)
Sgambetterra Giuseppe (Oppido)
Quarto Anno

SESTO ANNO

Aloi Francesco (Crotone)
D’Apa Giuseppe (Lamezia Terme)
Muratori Francesco (Oppido)
Oliva Roberto (S. Marco Argentano)
Pileci Giuseppe (Mileto)
Quintieri Guido (S. Marco Argentano)
Squillacioti Pasquale (Crotone)