Seminario Regionale S. Pio X - Catanzaro
Benvenuto sul nostro sito

Missioni Popolari

«La vita cresce e matura nella misura in cui la doniamo per la vita degli altri.

La missione, alla fin fine, è questo» (EG, 10).

 

Missioni popolari 2017 nella città di Polistena

 

Iniziata il 30 settembre nel Duomo cittadino con la Concelebrazione Eucaristica, presieduta dal Vescovo della Diocesi, Mons. Francesco Milito e con il mandato ai giovani “missionari”, la Missione cittadina, voluta da tutte e tre le Parrocchie, ha visto i circa 60 Seminaristi “invadere” letteralmente la città. Una città che non è rimasta indifferente di fronte a questa presenza, ma che si è resa disponibile non solo ad ospitare nelle famiglie i giovani seminaristi, ma anche a. lasciarsi interrogare dalla novità perenne del Vangelo.

Tantissime le iniziative, rivolte a tutte le fasce di cittadini. Le più “dirette” e coinvolgenti quelle dirette ai giovani.

I Seminaristi sono stati presenti, a turno, durante l’orario di insegnamento della religione cattolica, in tutte le classi degli Istituti superiori ed in tutte le terze medie. Sono nati tra i ragazzi ed i seminaristi dei dialoghi di confronto su tematiche e scelte esistenziali che hanno visto gli studenti molto interessati. Anche gli incontri nelle  Parrocchie hanno visto i giovani protagonisti ed “assetati” di verità.

L’esperienza che, però, ha più lasciato il segno è quella che comunemente viene chiamata “Luci nella notte”.

I giovani venivano “intercettati” individualmente o a gruppetti e dopo un momento di conoscenza reciproca e dopo un breve dialogo venivano invitati a recarsi in Chiesa Matrice per un incontro più prolungato nel silenzio della preghiera davanti a Gesù Eucarestia, accompagnato da canti semplici e con la possibilità di confessarsi o di parlare con un Sacerdote

“In sintesi – ha dichiarato il nostro Parroco don Pino Demasi, - possiamo parlare della missione cittadina in termini positivi. La Missione è stata certamente un’occasione straordinaria che ha segnato una svolta  nella vita di non poche persone. Per i giovani, in particolare, è stata un’opportunità per verificare il proprio modo di vivere, per capire che la vita con Cristo o senza Cristo non è la stessa cosa. I Seminaristi, infatti, sono riusciti a trasmettere ai loro coetanei lo stupore di aver incontrato Cristo che ha cambiato la loro vita. In questi otto giorni non hanno fatto altro che trasmettere la bellezza di una luce, che è la fede. Luce che ha colorato la loro vita e che può certamente colorare la vita di tantissimi altri. Infine è bene sottolineare che la Missione è stata un’esperienza positiva per gli stessi seminaristi. Loro sono venuti a Polistena per fare anche esperienza di lettura del territorio, di ascolto, per  capire le esigenze del territorio e le dinamiche  relazionali., in vista del loro Sacerdozio di domani. Son ritornati  in Seminario certamente arricchiti e soddisfatti, anche perché nell’ambito della Missione sono stati ritagliati dei momenti esclusivamente per loro e alcuni abbastanza forti. Penso alla  cena della legalità con la testimonianza di Stefania Grasso, figlia di vittima di mafia; all’incontro con   i ragazzi dell’ultimo campo di E!state Liberi o all’incontro con i protagonisti della nostra comunità nella lotta per il cambiamento”.

 

 

FotoGallery della missione nelle tre parrocchie della città

 

 

 Missioni popolari nella città di Sant'Onofrio (VV)

Febbraio 2018

Tu sei prezioso ai miei occhi (Is 43)

Tempo di grazia e di incontro è stato quello vissuto durante la Missione Popolare Parrocchiale svoltasi a Sant’Onofrio da mercoledì delle ceneri alla prima domenica di Quaresima. Quattordici seminaristi alunni del Pontificio Seminario Teologico Calabro “S. Pio X” di Catanzaro sono stati i protagonisti di questa esperienza di “Chiesa in uscita”. Guidati dal Rettore, Mons. Vincenzo Scaturchio, e dal Direttore Spirituale, Don Salvatore Larocca, i giovani si sono inseriti nell’ambito della pastorale parrocchiale ordinaria proponendo un un intervento profetico globale, itinerante, kerigmatico e catechetico, per una conversione radicale e un rinnovamento vigoroso della vita cristiana, dei singoli e delle comunità.

La missione – da anni parte integrante del cammino di preparazione al presbiterato – fortemente voluta dal Parroco, don Franco Fragalà, si è proposta di suscitare e risvegliare la fede per spingerla verso un atteggiamento di conversione permanente e un impegno di vita nuova.
Il suo tema “Tu sei prezioso ai miei occhi” (Is43) è stato il faro guida dei cinque giorni trascorsi nella comunità durante i quali sono state proposte numerosissime iniziative: dall’immancabile adorazione eucaristica quotidiana, accompagnata dalla preghiera della liturgia delle ore e del rosario, ai vari sacerdozi a disposizione per le confessioni.
I seminaristi oltre ad essersi fatti prossimo degli ammalati e delle persone più indigenti, si sono impegnati nella visita e nella benedizione di tutte le famiglie della comunità alle quali, casa per casa, hanno portato il lieto annunzio del Signore. Molto proficui, inoltre, sono state le visite alle scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio, dove grazie alla disponibilità del dirigente scolastico e dei docenti, è stato possibile incontrare i più piccoli.
Momenti centrali di tutto questo itinerario possono considerarsi: i centri d’ascolto, suddivisi per quartieri, che hanno costituito i luoghi d’incontro di gruppi di persone o di famiglie convocate dal missionario per l’ascolto della Parola di Dio; la Via Crucisanimata, svoltasi per le vie del paese, che ha visto una grande partecipazione da parte dell’intera comunità parrocchiale e alla quale è stato presente il nostro vescovo che lodevolmente ha promosso e benedetto l’iniziativa; l’incontro giovani, tenutosi sabato sera presso i locali dell’oratorio parrocchiale, durante il quale vi è stato un vivo e aperto confronto con le nuove generazioni.
La missione Popolare, momento di arricchimento per entrambe le comunità – del seminario e di Sant’Onofrio – si è conclusa con la solenne celebrazione Eucaristica di domenica 14 febbraio durante la quale, oltre ai saluti e ringraziamenti per la splendida accoglienza e ospitalità ricevuta, ci si è lasciati con un impegno reciproco di preghiera affidando quanto operato al Signore perché possa portare molto frutto.
Sem. Francesco Annetta

 

FotoGallery della missione nella città